fbpx

Uno spazio in natura di proprietà di tuo figlio

Uno spazio in natura di proprietà di tuo figlio

Voglio farti riflettere, ma ti darò anche una soluzione pratica per venire incontro ad una esigenza fondamentale del tuo bambino.

Dobbiamo dare ai bambini del tempo per vivere all’aperto, del tempo per incontrare il mondo che gli uomini non hanno creato: insetti, terra, acqua, sassi, nuvole, alberi…..

Quanto tempo passa il tuo bambino/a a contatto con la natura?

Se pensi a quando eri bambina/o, quali sono i tuoi ricordi più belli dei giochi d’infanzia?

L’ho chiesto a parecchi adulti con più di 40 anni e le risposte sono state:

  • “il mio rifugio sull’albero”,
  • “la caccia ai pipistrelli le sere d’estate”,
  • “cercare le lucciole”,
  • “costruire fortezze nel boschetto vicino a casa”,
  • “fare il bagno nel fiume”,
  • “correre nell’erba alta”,
  • “giocare con il fango”,
  • “costruire dighe nei ruscellerei dopo la pioggia”

I tuoi figli hanno mai fatto uno di questi giochi?

Ora stare all’aperto significa andare al parco giochi, giocare nei campetti di calcio o basket, andare in piscina, ma in questi spazi di natura non ce n’è molta. Ci sono il sole e l’aria che fanno senz’altro bene, ma manca il contatto diretto con l’ambiente naturale.

Rispetto alle generazioni passate, i bambini di oggi non hanno quasi mai occasione di passare del tempo all’aperto in giochi non strutturati.

Non hanno l’opportunità di stupirsi, di scoprire e meravigliarsi di tutto quello che la natura crea.

Uno spazio in natura di proprietà di tuo figlio

Premessa: un giardino perfetto è bello ma poco funzionale per la crescita di tuo figlio/a.

Queste indicazioni sono per te che hai un pezzo di giardino, cortile, spazio, aiuola da “regalare” a tuo figlio.

  1. In questo spazio il bambino/a deve essere libero di scavare, costruire, nascondere, piantare e fare quello che vuole.
  2. Se il bambino ha più di 5 anni, puoi rendere anche ufficiale la cessione di questo spazio con un cartello con scritto “spazio di proprietà di….” oppure con un contratto di affitto con la sua firma.
  3. In questo spazio non ci deve essere erba, rimuovila e scava un pò il terreno per ammorbidirlo. Se è troppo duro mescolalo con un sacco di sabbia di fiume.
  4. Regala ai bambini piccole palette da giardinaggio, vanghe, secchi e lasciali fare.
  5. Sicuramente in giardino ci sarà un rubinetto di acqua. Lascia che i bambini trasportino l’acqua con i secchi o con dei piccoli annaffiatoi, fare avanti e indietro da questo rubinetto, sarà parte del divertimento.
  6. Dopo aver piovuto si creerà del fango e per i bambini sarà ancora più divertente.
  7. Per i momenti di pausa, o di osservazione del lavoro fatto, lascia a disposizione qualcosa su cui sedersi, grossi sassi, un tronco, una panchina….
  8. Se in questo spazio possono giocare anche con degli alberi, sarebbe perfetto, qui trovi delle idee per giocare con le piante https://www.giocabosco.it/importanza-per-i-bambini-di-giocare-con-gli-alberi
instagram giocabosco
Seguici su Instagram
Seguici su facebook

L’importanza per i bambini di giocare con gli alberi

Ci sono tantissimi motivi per i quali gli alberi sono indispensabili per la nostra vita e li conosci tutti, anche se forse a volte te ne dimentichi.

Te ne ricordi quando vai al parco giochi con i tuoi bambini, per esempio, e non c’è neanche un albero. Chissà quante volte ti sei chiesta/o come mai chi progetta questi spazi si dimenticarsi che le piante sono fondamentali per fare ombra e abbassare la temperatura del parco.

E poi lo sappiamo: purificano l’aria, ci danno la frutta, forniscono materiale combustibile e la materia prima dei nostri mobili, controllano l’erosione, abbelliscono il paesaggio.

L’importanza per i bambini di giocare con gli alberi

Ma per i bambini, quanto e perché sono importanti gli alberi?

Sono molto importanti perché offrono un punto diverso dal quale guardare il mondo. Possono essere per loro un rifugio e un modo di mettere alla prova la loro forza e le loro capacità motorie.

Sono in oltre una fonte di gioco, eccone alcuni:

  • appendere un’amaca tra due alberi per: giocare a dondolarsi forte e ribaltarsi, raccontare storie, rilassarsi, dormire. Se non hai un’amaca puoi usare delle vecchie lenzuola annodate all’estremità e poi assicurate all’albero con una corda;
  • arrampicarsi su un albero (insegna ai bambini a mantenere sempre tre punti di contatto, due mani, un piede ecc.);
  • un albero solido può essere una base per una casetta o per appendere un’altalena, una corda o degli anelli. Per non danneggiare la pianta metti tra la corda e la corteccia una protezione;
  • con un gomitolo di lana o uno spago si può costruire una grande ragnatela e poi giocare a cercare di superarla;
  • legare uno spago ad altezza bambino ad un albero e proseguire verso altri alberi, il bambino poi dovrà andare lungo il percorso ad occhi chiusi tenendo lo spago;
  • giocare a nascondino;
  • mettere un lenzuolo a cavallo di un ramo basso e fare una tenda;

Insegna ai tuoi bambini ad avere sempre rispetto degli alberi, non si spezzano i rami e non si strappano le foglie, fate sempre attenzione anche a non danneggiare la corteccia.

instagram giocabosco
Seguici su Instagram
Seguici su facebook

I bambini hanno bisogno di creare con la natura

La natura offre a te, ma sopratutto ai bambini, tante idee per esprimere la creatività e divertirsi. Sicuramente anche tu da piccola/o avrai giocato in questo modo e leggendo gli spunti che ti lascio di seguito, torneranno alla memoria tanti momenti speciali.

Forse, ora che sei adulto hai dimenticato quanto facilmente ti divertivi da bambino e con attività a costo zero.

Sporcarsi le mani e giocare con gli elementi della natura è una attività che non possiamo far mancare ai nostri bambini. I bambini hanno bisogna di creare con la natura perché gli oggetti che manipolano ogni giorno, danno loro poco spazio per esercitare la fantasia e la creatività.

I bambini hanno bisogno di creare con la natura, ecco qualche idea:

  • Costruire un nido per gli uccellini fatto di fili d’erba secchi e fango.
  • Piantare un girasole.
  • Creare una barca in miniatura con cortecce, legnetti, foglie e portatela a veleggiare in un ruscello o al lago (oppure a casa in una bacinella).
  • Giocare a rotolare da una collina (divertentissimo!!!).
  • Creare un collage di elementi naturali usando foglie, erba, fiori e incollarli su un cartoncino.
  • Scavare alla ricerca di vermi (non fargli male e dopo averli osservati rimettili nella terra).
  • Uscire dopo un temporale a saltare nelle pozzanghere (meglio se fangose).
  • Costruire uno spaventapasseri.
  • Piantare bulbi, semi, alberi.
  • Costruire e giocate con un aquilone.
  • Organizzare un pic-nic sotto le stelle.
  • Costruire collane e coroncine con i fiori di campo e fili d’erba.
  • Costruire cestini fatti con gli steli della piantaggine che sono lunghi e non si spezzano.
instagram giocabosco
Seguici su Instagram
Seguici su facebook

Gli Gnomi riciclano

Gli Gnomi riciclano

Gli gnomi riciclano tutto ciò che gli uomini lasciano in giro.

È uno dei tanti modi che hanno gli gnomi per difendere la natura.

È anche un pò una filosofia di vita: fare di ogni cosa una risorsa e di ogni avvenimento un’esperienza di crescita.

Prediligono il legno per costruire tutto ciò che gli serve nella vita quotidiana, ma se trovano qualcosa per terra, si riuniscono e, sorseggiando una fresca linfa delle Fate, lasciano spazio alla fantasia e progettano oggetti meravigliosi.

Cosa fare con i tappi a corona?

Oggi li hanno utilizzati per realizzare tavolini e sedie da esterno. In passato li hanno impiegati come pavimentazione per il vialetto d’ingresso della casa del Consiglio degli Gnomi. Un’altra volta per costruire gli strumenti musicali per la banda.

Un giorno hanno trovato un servizio di tazzine abbandonate, alcune sbeccate, alcune perfette.

Cosa ne hanno fatto?

Ne hanno regalata una ad ogni gnoma del villaggio con all’interno una pianta, così ogni casetta ha delle fioriere pratiche ed originali.

Gli Gnomi riciclano e non creano rifiuti, vivono in maniera sostenibile e cercano di insegnarlo anche a noi.

Se vieni a trovarli a Giocabosco non portare piatti, bicchieri o bottiglie usa e getta.

facebookGiocabosco
Seguici su Facebook
instagram giocabosco
Seguici su Instagram

20 Esperienze da fare da domani in natura con i bambini

esperienze in natura

Se sei a corto di idee per passare i prossimi fine settimana in mezzo alla natura, lontano dagli assembramenti, ti lascio 20 idee di luoghi da visitare con la tua famiglia.

Per ognuna di queste esperienze troverai sicuramente nella tua regione il luogo migliore dove andare. Questa ricerca ti porterà a scoprire luoghi meravigliosi dei quali non sapevi l’esistenza.

20 Esperienze in natura:

  • Visitare una grotta
  • Percorrere una pista ciclabile nella natura
  • Fare una gita in barca su un fiume
  • Dormire in tenda (anche in giardino)
  • Giocare in una casa sull’albero
  • Fare il bagno in un ruscello
  • Visitare un giardino botanico
  • Percorrere una miniera
  • Recarsi in un’oasi naturale
  • Arrampicarsi sugli alberi
  • Andare a cavallo
  • Visitare una cascata
  • Fare Bird Watching
  • Dormire in un rifugio
  • Percorrere un sentiero visitando le trincee di guerra
  • Vedere un tramonto
  • Lanciare i sassi in un lago
  • Risalire in ruscello a piedi nudi
  • Costruire dighe in un ruscello
  • Cercare prove nei boschi dell’esistenza di Fate e Gnomi

Basta davvero poco per far vivere ai tuoi bambini una bellissima esperienza nella natura, non ti resta che scegliere la prossima avventura da vivere, cercare il luogo adatto più vicino e …..partire!


tenda per 20 esperienze in natura
binocolo per 20 esperienze in natura
radioline per 20 esperienze in natura
caschetto per 20 esperienze in natura

Se vuoi rendere l’esperienza ancora più indimenticabile, puoi organizzare una caccia al tesoro qualche giorno prima, il tesoro sarà un biglietto con scritto l’avventura che hai organizzato. Non sai come preparare la caccia al tesoro, oppure non hai tempo? Ti aiutano gli Gnomi ad organizzarla!

Giardinaggio con i bambini

giardinaggio con i bambini

Per divertirsi e fare giardinaggio con i bambini, non è indispensabile avere un giardino. Se c’è, tanto meglio, ma è sufficiente avere uno spazio esterno, cortile, terrazza o balcone. Se non disponi di uno spazio esterno, perché non utilizzare un davanzale?

Ci sono piante a crescita rapida che daranno molto soddisfazione ai tuoi mini giardinieri. Le insalate (lattuga, lattughini, indivia, rucola, scarola), le erbe e perfino i fiori commestibili possono essere coltivati in vaso e li raccoglierai con le forbici a meno di un mese dalla germinazione.

Se invece hai più spazio, puoi piantare verdure di stagione (barbabietole, bietole da coste, cardi, le carote, i cetrioli, fagioli e fagiolini, pomodori, melanzane, peperoni e peperoncini, zucca e zucchini. Oppure puoi fare giardinaggio con i bambini con piante da fiore (viola del pensiero, bocca di leone, fiordaliso, pisello dolce e viola).

Sul davanzale potresti seminare fragole, prezzemolo, basilico o le tue piante aromatiche preferite.

Idea divertente per fare Giardinaggio con i bambini

Crea insieme ai bambini un “tepee vivente”! Costruisci una piramide con lunghi bastoni di legno o di bambù e pianta le piante rampicanti a crescita rapida intorno alla base. Potresti piantare fagioli o piselli, o piante da fiore come nasturzi o piselli dolci. Una volta che le piante avranno ricoperto i bastoni, avrai un meraviglioso nascondiglio/tana in cui giocare, creato con una meravigliosa copertura di fogliame naturale.


Vuoi organizzare una caccia al tesoro all’aperto?

Il Giocabosco Di Sartori Michela, Via del Colle 21 - 25085 - Gavardo (BS) - P.I. 02569620988

Parco Tematico Didattico - Didattica nella Natura