fbpx

Uno spazio in natura di proprietà di tuo figlio

Uno spazio in natura di proprietà di tuo figlio

Voglio farti riflettere, ma ti darò anche una soluzione pratica per venire incontro ad una esigenza fondamentale del tuo bambino.

Dobbiamo dare ai bambini del tempo per vivere all’aperto, del tempo per incontrare il mondo che gli uomini non hanno creato: insetti, terra, acqua, sassi, nuvole, alberi…..

Quanto tempo passa il tuo bambino/a a contatto con la natura?

Se pensi a quando eri bambina/o, quali sono i tuoi ricordi più belli dei giochi d’infanzia?

L’ho chiesto a parecchi adulti con più di 40 anni e le risposte sono state:

  • “il mio rifugio sull’albero”,
  • “la caccia ai pipistrelli le sere d’estate”,
  • “cercare le lucciole”,
  • “costruire fortezze nel boschetto vicino a casa”,
  • “fare il bagno nel fiume”,
  • “correre nell’erba alta”,
  • “giocare con il fango”,
  • “costruire dighe nei ruscellerei dopo la pioggia”

I tuoi figli hanno mai fatto uno di questi giochi?

Ora stare all’aperto significa andare al parco giochi, giocare nei campetti di calcio o basket, andare in piscina, ma in questi spazi di natura non ce n’è molta. Ci sono il sole e l’aria che fanno senz’altro bene, ma manca il contatto diretto con l’ambiente naturale.

Rispetto alle generazioni passate, i bambini di oggi non hanno quasi mai occasione di passare del tempo all’aperto in giochi non strutturati.

Non hanno l’opportunità di stupirsi, di scoprire e meravigliarsi di tutto quello che la natura crea.

Uno spazio in natura di proprietà di tuo figlio

Premessa: un giardino perfetto è bello ma poco funzionale per la crescita di tuo figlio/a.

Queste indicazioni sono per te che hai un pezzo di giardino, cortile, spazio, aiuola da “regalare” a tuo figlio.

  1. In questo spazio il bambino/a deve essere libero di scavare, costruire, nascondere, piantare e fare quello che vuole.
  2. Se il bambino ha più di 5 anni, puoi rendere anche ufficiale la cessione di questo spazio con un cartello con scritto “spazio di proprietà di….” oppure con un contratto di affitto con la sua firma.
  3. In questo spazio non ci deve essere erba, rimuovila e scava un pò il terreno per ammorbidirlo. Se è troppo duro mescolalo con un sacco di sabbia di fiume.
  4. Regala ai bambini piccole palette da giardinaggio, vanghe, secchi e lasciali fare.
  5. Sicuramente in giardino ci sarà un rubinetto di acqua. Lascia che i bambini trasportino l’acqua con i secchi o con dei piccoli annaffiatoi, fare avanti e indietro da questo rubinetto, sarà parte del divertimento.
  6. Dopo aver piovuto si creerà del fango e per i bambini sarà ancora più divertente.
  7. Per i momenti di pausa, o di osservazione del lavoro fatto, lascia a disposizione qualcosa su cui sedersi, grossi sassi, un tronco, una panchina….
  8. Se in questo spazio possono giocare anche con degli alberi, sarebbe perfetto, qui trovi delle idee per giocare con le piante https://www.giocabosco.it/importanza-per-i-bambini-di-giocare-con-gli-alberi
instagram giocabosco
Seguici su Instagram
Seguici su facebook

Il Giocabosco Di Sartori Michela, Via del Colle 21 - 25085 - Gavardo (BS) - P.I. 02569620988

Parco Tematico Didattico - Didattica nella Natura