fbpx

Dispositivi Antiabbandono: incentivi.

dispositivi antiabbandono incentivi
Photo by Markus Spiske on Unsplash

Le multe sono sospese fino al 6 marzo, nel frattempo arrivano le istruzioni del Ministero per ottenere l’incentivo sui dispositi antiabbandono di 30 euro, a partire dal 20 febbraio.

L’incentivo è sia per chi ha già acquistato il dispositivo antiabbandono sia per chi lo deve ancora acquistare.

Se possiedi già il seggiolino auto, non è indispensabile cambiarlo ma puoi integrarlo con un dispositivo antiabbandono universale.

Il dispositivo antiabbandono universale lo puoi spostare da auto ad auto e puoi usarlo anche quando il bambino cresce e cambierai il seggiolino.

Otterranno l’incentivo solo i più veloci a farne richiesta.

Regole per ottenere l’incentivo dei Dispositivi Antiabbandono:

  • un solo contributo per minore, se per lo stesso minore sono acquistati più dispositivi, il rimborso o il contributo è riconosciuto per un solo dispositivo.
  • solo ai primi che lo chiedono, i buoni sono emessi secondo ordine temporale di arrivo delle richieste fino ad esaurimento delle risorse.
  • è un contributo all’acquisto o al rimborso del costo di acquisto già sostenuto.
  • i dispositivi acquistati devono essere conformi alle caratteristiche tecniche previste dal decreto 122/2019.
  • Può chiedere il contributo o il rimborso uno dei genitori o un altro soggetto che esercita la potestà genitoriale (attestata da autocertificazione).
  • Il minore non deve aver compiuto 4 anni al momento dell’acquisto del dispositivo antiabbandono.
  • Viene rilasciato un buono spesa elettronico associato al codice fiscale del minore utilizzabile presso strutture o esercenti convenzionati e pubblicati sul sito Sogei. Il buono comporta la riduzione di 30 euro del prezzo di acquisto del dispositivo. Le strutture avrebbero dovuto iniziare la registrazione al sito web dal 1° febbraio 2020, ma la piattaforma sul sito del MIT non si trova.
  • Il buono deve essere usato entro 30 gg dall’emissione, altrimenti sarà annullato.
  • Se si compra o si è comprato un dispositivo di prezzo inferiore a 30 euro il buono o il rimborso avrà il valore del costo sostenuto.
  • La procedura dovrebbe essere accessibile dal 21 febbraio 2020. Ci si deve registrare sul sito www.bonuseggiolino.it ed occorre la SPID (sistema pubblico di identità digitale). Dopo la registrazione si provvede ad inserire i dati del minore (nome, cognome e codice fiscale).
  • Per l’acquisto di dispositivi avvenuto prima del 20 febbraio 2020 c’è un rimborso di 30 euro. Il rimborso va chiesto entro 60 giorni dal 20 febbraio 2020 (quindi entro il 20 aprile 2020) allegando sulla piattaforma i giustificativi di spesa (scontrini o fattura). Se sul giustificativo non c’è scritto “acquisto dispositivo antiabbandono” si può fare autocertificazione. Verrà fatto un accredito sul IBAN del richiedente indicato al momento della richiesta di rimborso sulla piattaforma.

Dispositivi antiabbandono in commercio:

In commercio ci sono vari dispositivi con caratteristiche diverse e prezzi che vanno dai 55€ in su. Te ne mostro alcuni per farti capire come funzionano.

antiabbandono1

Questo dispositivo è il più economico:

  • Il cuscinetto, posizionato sul seggiolino, rileva la presenza del bambino dialogando via Bluetooth con l’apposita applicazione e lanciando un primo livello di allarme, sonoro e visivo, sullo smartphone qualora l’adulto lasciasse la vettura con il bimbo a bordo.
  • Se l’adulto non torna indietro entro 40 secondi, partono in automatico 2 sms a due numeri di emergenza con geolocalizzazione dell’allarme nei pressi dell’auto (Allarme Livello 2)
  • Senza fili, durata della batteria 4 anni con un uso medio di 2 ore al giorno

antiabbandono3

Caratteristiche di questo dispositivo Antiabbandono:

  • si collega senza fili allo smartphone grazie alla APP BabySit che permette di monitorare la presenza del bambino sul seggiolino auto, segnalando con appositi allarmi il caso in cui venga dimenticato nel veicolo. E’ possibile monitorare contemporaneamente fino a 4 cuscini!
  • NOTIFICHE SIA AUDIO CHE VISIVE Quando il bambino si siede sul seggiolino, il cuscino invia un segnale allo smartphone indicando che il bambino è seduto in auto. Il monitoraggio della presenza del bambino avviene costantemente, quando il guidatore lascia la macchina con il suo telefono, e si allontana con il bambino seduto ancora all’interno, l’App comincia ad inviare notifiche push e suoni di allarme, se gli allarmi non vengono visionati, l’APP invia dopo circa 30sec un allarme alle person
  • CUSCINO SMART UNIVERSALE Il sensore antiabbandono universale si adatta a qualsiasi marca di seggiolini per auto, composto di materiale ignifugo, impermeabile, sfoderabile e lavabile in lavatrice.

antiabbandono5

Caratteristiche di questo dispositivo Antiabbandono:

  • Antiabbandono a macchina spenta; quando l’auto viene spenta, baby bell emette un allarme sonoro e il display si illumina di rosso e lampeggia, avvisando il conducente che il bimbo è ancora nel seggiolino
  • Allarme durante la marcia; se il bambino non è seduto correttamente sul seggiolino, baby bell emette 3 bip di allarme e il display diventa rosso
  • Sistema di messaggistica di allerta; per attivare il sistema di messaggistica di allerta è necessario scaricare e installare l’app baby bell, gratuita
  • * Disponibile per IOS e Android. Dispositivo universale, non adatto ai veicoli con presa accendisigari alimentata anche ad auto spenta.

Idee per lavori creativi con i bambini le trovi Giocabosco: Creare con Gnomi e Fate


Se sei un Genitore e vuoi far vivere l’esperienza di Giocabosco ai tuoi bambini clicca qui

Se sei un Insegnante di Asilo Nido e vuoi far vivere l’esperienza di Giocabosco ai tuoi bimbi clicca qui

Se sei un Insegnante di Scuola dell’Infanzia e vuoi far vivere l’esperienza di Giocabosco ai tuoi alunni clicca qui 

Se sei un Insegnante di Scuola Primaria e vuoi far vivere l’esperienza di Giocabosco ai tuoi alunni clicca qui 

Il Giocabosco Di Sartori Michela, Via del Colle 21 - 25085 - Gavardo (BS) - P.I. 02569620988

Parco Tematico Didattico - Didattica nella Natura