fbpx

Le Filastrocche di Gnomo Gelsomino

Filastrocca di benvenuto

Ben arrivato nel nostro mondo Fatato.

A Giocabosco Gnomi e Fate, vivono da tempo indefinito

e ti fanno un accorato invito.

I boschi e la natura sono poco rispettati,

E Gnomi e animali troppo disturbati.

Ti chiedono di intraprendere una missione,

Da compiere con attenzione.

Vieni nel bosco, partecipa con noi all’avventura,

Servono, coraggio e volontà ma non avere paura!

Ti divertirai a stare in mezzo alla Natura!

Imparerai ad essere un bravo guardiano del bosco,

difendendolo da ogni personaggio losco.

Capirai che è importante non sprecare

e che tutto si può recuperare.

Ti insegniamo a fare un gita a rifiuti zero

e vedrai che differenziare non sarà un mistero! 


Filastrocca: Lo Gnomo Felice

Filastrocca dello Gnomo Felice

Lo Gnomo Felice si sveglia al mattino 

e ancor con la testa poggiata al cuscino,

ringrazia il creato, perché 

di tutto quello che ha, è grato!

Ringrazia mentre scende dal suo letto

ed è cosi contento che fa un balletto.

Ringrazia per il cielo, il sole, la luna e

Perché vederli ogni giorno è una fortuna.

Si lava cantando una canzone,

sorride allo specchio e si sente un leone.

Non è mai avaro di complimenti e abbracci,

La sua porta è sempre aperta, non ha catenacci.

La sua vita è ricca d’amore

Perché vive di buonumore.


Filastrocca dello Gnomo Lento

Era famoso nel suo villaggio

questo strano personaggio.

Era sempre in terribile ritardo e

non alzava mai lo sguardo.

Non sapeva cos’era la fretta,

al suo orologio mancava una lancetta.

Niente lo faceva un po’ accelerare, 

neanche la zuppa che bruciava sul focolare.

Un giorno lo gnomo vigile si arrabbiò,

lo fece accostare e lo multò.

Gli fece una bella ramanzina, 

vietandogli di andare come una lumachina.

Lo gnomo lento si offese talmente

che non si fece più vedere tra la gente.


Filastrocca di Santa Lucia

Sento suonare un campanello,

è Santa Lucia con il suo asinello?

Quanta agitazione in questi giorni

con la Santa nei dintorni.

I bambini hanno scritto la letterina

e preparato il piatto con la farina.

Hanno promesso che saranno buoni

e così si aspettano tanti doni.

A noi genitori una sola raccomandazione,

tramandare intatta la tradizione.

Con emozione far vivere l’attesa,

mantenendo la tensione accesa.

Più dei regali, quello che i bambini non scorderanno, 

sarà la magia dell’attesa lunga un anno.


Filastrocca della Buonanotte

🍄Quando lo gnomo va a letto,
mette il pigiama e toglie il berretto.

🍄Prima, lava faccia e denti,
così mamma e papà sono contenti.

🍄Chiude gli occhi serenamente
e dimentica tutta la gente.

🍄Sogna boschi, prati e mongolfiere
e di un castello è il cavaliere.

🍄La mattina si sveglia assonnato,
perchè il suo sonno è molto agitato.


Filastrocca: Piove

Piove, piove, piove, 

vorrei uscire a giocare, ma mamma non vuole.

Pozzanghere grandi come il mare,

ma io non ci posso saltare!

Piove, piove, piove, 

la mamma dice: “Povere le mie scarpe nuove!”

Io voglio stare fuori, ne ho bisogno,

perché mi dici: “Neanche per sogno?”

I grandi pensano: “Che giornataccia!”,

io rido e mi lecco la pioggia sulla faccia.

Piove, piove, piove,

voglio uscire, per giove!

Non capisco e mi lagno,

che importa se mi bagno?


Filastrocca: Gli Gnomi e il tempo

Ieri è passato, Gnomo Gelsomino

senza giocare con alcun Bambino.

Oggi aspettiamo che venga domani,

per incontrare tanti nuovi Guardiani.

Un’ora fa non c’era nessuno,

quando sarà questo nuovo raduno? 

Noi siamo stufi di aspettare,

quanti minuti devono passare?

A volte il tempo non passa mai,

se ti diverti corre assai,

viene la sera velocemente, 

il tempo scorre come un torrente.


Filastrocca: vorrei

Vorrei trovare dentro al cuore 

quell’emozione della mattina di Natale,

mentre veloce scendevo le scale.

Quando ancora tutto poteva accadere

e vedevo sempre mezzo pieno il bicchiere.

Sono adulto e ogni anno si allontana

Babbo Natale ma anche la Befana.

Vivo di riflesso l’emozione dei miei bambini,

ma non sento la stessa cosa scendendo i gradini.

Non lo so più neanche spiegare

cosa provavo la mattina di Natale.

C’è tutto, l’albero, il presepe, i regali

e le candele sugli scaffali.

Manca solo la grande magia 

forse l’ha rubata la tecnologia.

Più di ogni altra cosa vorrei provare

la trepidazione della mattina di Natale.

Il Giocabosco Di Sartori Michela, Via del Colle 21 - 25085 - Gavardo (BS) - P.I. 02569620988

Parco Tematico Didattico - Didattica nella Natura